©2019 by US NERVIANESE 1919 CICLISMO. Proudly created with Wix.com By Piroletti. campionatitalianistradamaster2019

LA NOSTRA STORIA... VALE 100 !

La sezione ciclismo vede la sua origine nel lontano 1919, quando degli sportivi nervianesi, appassionati di ciclismo, calcio, nuoto ed atletica leggera, decidono di fondare un sodalizio che da allora prenderà il nome di UNIONE SPORTIVA NERVIANESE 1919 e si porrà lo scopo di diffondere la pratica agonistica delle varie discipline dell’associazione.

In quegli anni ormai lontani, al termine della Prima Guerra Mondiale, parlare di sport in genere doveva essere un argomento di secondo piano per tutte le discipline e il ciclismo in modo particolare.

Infatti era ritenuto un’attività sportiva riservata a pochi, considerando cosa volesse dire disporre di una bicicletta propria in quel lontano periodo, visto che quest’ultima ha rappresentato quasi un vero e proprio “ status symbol “ delle categorie sociali più abbienti fino alla fine degli anni venti, soprattutto nei piccoli paesi di provincia come il nostro. Ma la “passione” permette di superare anche gli ostacoli che sembrano a volte invalicabili e fu questa passione che mosse i primi “pionieri” del ciclismo nervianese.

Nel periodo a cavallo fra gli anni trenta e quaranta, la passione per il ciclismo fra i nervianesi fu rinvigorita dalla presenza di due autentici campioni figli della loro gente, il fortissimo Ambrogio Morelli ( che si aggiudicò la piazza d’onore al Tour de France del 1935) e l’agilissimo Sandrino Vegetti che in quel periodo combatterono ad armi pari con i Campionissimi di tutti i tempi: Bartali e Coppi, le cui leggendarie imprese contribuirono, con l’emulazione delle loro gesta sportive, a rendere sempre più popolare questa attività agonistica.

Dopo la parentesi tragica del Secondo Conflitto Mondiale, l’attività sportiva lentamente riprese e così anche la nostra società ritornò all’attività interrotta e nel 1946 venne redatto il primo Statuto Sociale rimasto in vigore fino al 2006.(In questa data, è stato redatto il nuovo statuto sociale conforme alle disposizioni particolari della Federazione Ciclistica Italiana)

Per la Sezione Ciclismo, la ripresa dell’attività coincise con l’organizzazione della 1^ COPPA CADUTI NERVIANESI, promossa dalla Sezione ANPI con l’intento di commemorare il 25 Aprile, nell’Anniversario della Liberazione Nazionale, il sacrificio dei numerosi concittadini che immolarono la Loro Vita nel nome della Libertà e della Democrazia nel corso degli anni della Resistenza.

Grazie alla dedizione ed all’impegno che i dirigenti della sezione succedutesi negli anni, permisero a molti giovani atleti nervianesi di cimentarsi in questa faticosa ma nobile attività sportiva costituendo e gestendo delle squadre di allievi, esordienti, juniores e dilettanti dalle fila delle quali uscirono dei buoni corridori che purtroppo, per varie ragioni, interruppero le Loro carriere a livello dilettantistico negli anni sessanta e settanta.

Con il passare degli anni, la sezione ciclismo si trovò nell’ impossibilità di proseguire nella attività di gestione di squadre di livello superiore e tutti gli sforzi furono rivolti alla promozione dell’attività ciclistica giovanile, cercando di costituire un vivaio di giovanissimi atleti.

I "giovanissimi" (7-12 anni), sotto la guida vigile di due preparatori, possono divertirsi con in modo SICURO all'interno di un percorso ciclabile approntato dall’Amministrazione Comunale nell’area di viale Giovanni XXIII.

Parte integrante della nostra associazione, oltre ai circa novanta soci, sono una sessantina di appassionati cicloamatori e cicloturisti tesserati alla F.C.I., partecipano alle gare del Trofeo Lombardia, al Campionato Italiano per società ed alle principali  Gran Fondo Nazionali e ricoprono un ruolo fondamentale ed insostituibile nell’attività organizzativa delle varie manifestazioni che il Consiglio Direttivo della stessa, decide di inserire nel calendario annuale.

 

Lunga vita  all’ U.S. NERVIANESE 1919 – Ciclismo.